Guareschi


Guareschi - Non moriamo neanche se ci ammazzano

con
con Walter Muto e Carlo Pastori
Ospite: Paolo Gulisano
Liberamente tratto da Giovannino Guareschi:
“Lo Zibaldino” – “Il Corrierino delle famiglie” – “Vita con Giò”
“La scoperta di Milano”

 

Giovannino Guareschi, nonostante la peculiarità dell’ambientazione delle sue storie, ricche degli umori e dei sapori della sua terra, è stato scrittore di respiro europeo, apprezzato e compreso come pochissimi altri autori del nostro tempo.
E questo non solo grazie al “Mondo piccolo” in cui ambienta la saga di Don Camillo e Peppone. C’è un ulteriore Guareschi da riscoprire: è lo scrittore che -forse più di ogni altro – ha rivolto la propria attenzione alla famiglia, tanto che si può parlare di Giovannino sia come di uno scrittore per la famiglia, ma anche di scrittore della famiglia: in tutta la sua opera c’è grande attenzione, rispetto, amore, per il rapporto tra genitori e figli, tra uomo e donna innamorati, persino tra nonni e nipoti. La casa, la terra, l’amore per la propria storia, il ricordo dei propri morti e la speranza per i propri figli, sono la spina dorsale di una società che Guareschi amava, cui apparteneva, che ci ha descritto con realismo e con tenerezza.
Walter Muto e Carlo Pastori, scelti alcuni racconti tra i tanti, ne ricamano uno spettacolo rivolto per l’appunto al pubblico delle famiglie, alternando momenti di divertimento quasi cabarettistico ad altri di grande intensità, tenendo sempre una vecchia radio accesa sulla scena, unica scenografia, ad evocare il mezzo di diffusione delle canzoni all’epoca di Guareschi – quelle che ascoltava lui e che probabilmente fischiettava mentre inventava i suoi racconti – che saranno eseguite dal vivo nel corso della serata, per chitarra e fisarmonica.
Ed ecco quindi brevi accenni a brani come Parlami d’amore Mariù, Concertino, Camminando sotto la pioggia, intrecciarsi alle esilaranti novelle che raccontano la vita e la famiglia di “uno qualunque”, come amava definirsi Giovannino Guareschi.

Di tanto in tanto altri amici, scrittori, attori o musicisti si aggiungono sulla scena.
Uno tra tutti: Paolo Gulisano, studioso di letteratura fantasy, tra i maggiori esperti italiani di J.R.R. Tolkien, G.K. Chesterton e C.S. Lewis. Paolo ha pubblicato per Ancora “QUEL CRISTIANO DI GUARESCHI” ed è curatore della mostra NON MUOIO NEANCHE SE MI AMMAZZANO per l’edizione 2008 del Meeting di Rimini. E ancora, Ermes Angelon alla batteria, Marilena Montarone al basso, gli attori Marino Zerbin, Enrico Beruschi, Roberto Brivio…
Ma questo accade solo quando Dio lo vuole (e quando il cachet lo consente).

 

Scarica la Scheda dello spettacolo