LEZIONE DI POESIA PER CHITARRA

Qualcuno mi dice: certo che tu consigli perlopiù musica con testi in inglese. Decido di tagliare la testa al proverbiale toro indicandovi un CD strumentale. E’ l’ultima fatica del grandissimo chitarrista del Missouri Pat Metheny: One Quiet Night, una passeggiata in completa solitudine, lui e la sua chitarra acustica baritono. I pezzi: per la maggior parte brani originali composti per l’occasione, più alcune covers (riarrangiamenti di propri brani o versioni di brani altrui), fra cui spicca la singolare versione di Don’t know why della rivelazione dell’anno Norah Jones. Musica che chiede di essere ascoltata, in qualche punto con un pizzico di fatica, per la maggior parte assoluta poesia. E come sempre ogni consiglio è un trampolino per altri suggerimenti, primo fra tutti andarvi a ripescare altri due splendidi dischi di Metheny, New Chautauqua, realizzato nel 1979 senza l’apporto di altri musicisti, ma con l’ausilio di varie sovraincisioni, e soprattutto Beyond the Missouri Sky, capolavoro del 1997, realizzato in duo con il fedele amico e contrabbassista Charlie Haden. E attenzione, la rassegna Ravenna Jazz dal 21 al 23 luglio regalerà a Metheny la possibilità di esibirsi con altri musicisti, in una serie di situazioni diverse ed allettanti, non sarebbe male farci un salto